logo
Main Page Sitemap

Pascal la scommessa su dio riassunto


Da questa premessa si trae la facile conseguenza che è poker 2009 preferibile credere piuttosto che non credere.
Il ragionamento di Pascal potrebbe essere applicato a tutte le religioni e non solo al cristianesimo: perché slot machine italia deluxe sulla base della generatore di numeri casuali al lotto scommessa si dovrebbe diventare buoni cristiani e non buoni musulmani o ebrei?La scommessa di Pascal è scorretta e irrazionale e per una persona moderna non può essere una scelta valida.Marin Mersenne (1588-1648 amico intimo di, cartesio e in contatto con, galileo Galilei.In epoca moderna il gioco dazzardo diventa terreno di riflessione per la matematica ed è uno degli stimoli alla nascita del calcolo delle probabilità.Pascal oppone alla ragione deduttiva quella che chiama comprensione istintiva o cuore, ovvero quel tipo di comprensione che coglie gli aspetti più problematici della condizione umana.Pascal si dedica poi alla realizzazione di una macchina calcolatrice - la pascalina - e perfeziona gli esperimenti.
Evitare di scegliere è impossibile, perché implicherebbe comunque la scelta negativa.
Quindi, pensando alla posta in gioco (ovvero: la possibilità della felicità eterna alluomo conviene scommettere sullesistenza di Dio : infatti se vince guadagna il bene eterno, mentre in caso di perdita perderà solo dei beni finiti; invece, se scommette sulla non esistenza di Dio, può.




Cè stato un grande dibattito filosofico, sulleffettività di questo argomento, ma è da osservare che anche se largomento funziona, non mostra che la credenza in Dio è epistemicamente razionale, come Pascal pienamente riconosce.Il ragionamento è rozzamente (inconsciamente) utilizzato anche da molti neofarisei che credono in base al principio ma cosa ci perdo a credere?Senza sapere le probabilità dellesistenza di Dio ogni ragionamento sullutilità attesa è inutile e fuorviante.In essa Pascal polemizza con il principio della grazia sufficiente che, secondo la dottrina del gesuita Luis de Molina (1535-1600 bastava alluomo che vive allinterno della Chiesa, sulla condotta accomodante dei gesuiti, pronti a perdonare qualunque peccatore, e ribadisce la tesi agostiniana della grazia.Lutilità attesa, da un punto di vista scientifico, la scommessa anticipa il concetto statistico di utilità attesa, definita come media ponderata (i pesi sono le probabilità delle varie ipotesi) delle utilità dei possibili casi.La fede può veramente nascere da una scelta di convenienza?Pare che, blaise Pascal (1623-1662) sia stato stimolato a riflettere sulle probabilità dalle lamentele di nobili afflitti dal vizio del gioco, che cercavano di vincere usando calcoli matematici.La fede non è forse una convinzione spontanea, che non nasce da una scelta razionale?

Il prezzo da pagare potrebbe essere troppo alto, ad esempio, da un punto di vista psicologico, molti potrebbero avere qualche disturbo, allidea che ogni loro atto sarà giudicato in senso assoluto da un essere che vede tutto.
Non si può sapere se Pascal fosse conscio della scarsa razionalità della cosa e abbia usato il trucco per darsi ragione.
Daltronde, vogliamo far osservare, che la posizione di Pascal non è neutra a molte presupposizioni, vale a dire che assumere lesistenza di Dio non è sufficiente a imporre altri generi di credenze: che ci sia la dannazione e la beatitudine, che Dio sia punitivo, che.


Sitemap